Arigatou Gozaimasu - Cristian Barbarino
676
post-template-default,single,single-post,postid-676,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vss_responsive_adv,qode-theme-ver-11.0,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Arigatou Gozaimasu

Arigatou Gozaimasu

Giappone. Il paese del Grazie.

Altro viaggio, nuova cultura e un bagaglio prezioso di conoscenze nel cuore. Il Giappone é una terra da scoprire con i suoi innumerevoli templi, la sua tecnologia avanzata e e il mondo inimitabile dei Manga. Tuttavia la sorpresa, del tutto inaspettata, che mi ha riservato questo splendido Paese é la sensibilità dei giapponesi a livello umano, ovvero la loro capacità di dire grazie al prossimo. Più che una capacità ai nostri occhi potrebbe sembrare un´ossessione, dal momento che possono arrivare a dirlo dieci volte nel giro di mezzo minuto… o forse é semplicemente una buona abitudine! Al bar, in un negozio, chiedendo informazioni all´aeroporto si viene inondati da una sequenza regolare di “grazie” (in giapponese “arigatou gozaimasu”) detta di cuore. Anche se ero io a dover ringraziare, i miei interlocutori giapponesi non si davano pace se anche loro non mi ringraziavano abbondantemente a loro volta. Ricordo addirittura che quando chiesi informazioni stradali su come raggiungere un posto a una passante, la quale non sapeva l´inglese e nemmeno poteva fornirmi dati utili su come raggiungere la mia meta, mi ringraziò onoratissima molte volte e non si dette pace finché non trovò qualcuno nei paraggi che potesse aiutarmi a trovare la strada.

La cosa mi ha fatto riflettere, dato che la parola grazie in occidente si sente dire per lo più in modo frettoloso e se proprio la si deve dire! Ma in Giappone, immerso in quel contesto di continua gratitudine sono riuscito a dare a questa parola il giusto peso: dire grazie é il modo più diretto per dare valore alla persona che si ha davanti e per dimostrarle il nostro rispetto. Inoltre é una fonte di gioia e benessere psichico per chi lo riceve (effetto garantito!). Un piccolo gesto cambia l´umore della giornata e riporta l´attenzione all´importanza di essere prima di tutto esseri umani. Le energie positive che ne scaturiscono spiegano anche l´atmosfera insolitamente distesa e serena di una città frenetica come Tokyo, in cui le persone sono sempre di corsa ma nonostante ciò si prendono il tempo per esprimere la loro gratitudine all´altro.

Grazie al Giappone per questa preziosa lezione.

E tu, quando é l´ultima volta che hai detto grazie?

No Comments

Post A Comment